Test

venerdì 4 marzo 2016

Sp500 Nasdaq 100



Ponendo a confronto i due indici americani sp500 il Nasdaq 100 è possibile notare la differenza di forza che c'è stata dalla seconda metà di febbraio in poi.

La prima differenza è valutabile confrontando i minimi perché abbiamo un doppio minimo per l'sp500 a 1810 mentre il Nasdaq ha fatto due minimi inferiori 3990 e 3900.

La stessa differenza la vediamo sui rimbalzi perché l'sp500 ha creato un'area di resistenza statica a 1950 mentre il Nasdaq ha avuto la resistenza dinamica discendente da 4359 a 4232.

I due indici vengono accomunati però nella giornata del 1 marzo che li vede tutti e due rompere al rialzo la resistenza delle ultime settimane andando a creare una barra ad ampio Range.

Nelle ultime due giornate anche se in Range più ristretti, si nota nuovamente la forza del sp500 perché è riuscito a fare due massimi superiori mentre il Nasdaq è rimasto dentro la barra del 1 marzo.

Le ultime tre giornate vedono su tutti e due gli indici un leggero calo dei volumi.

Il primo supporto dinamico statico per l'sp500 lo possiamo trovare tra 1950 e 1960 mentre sul sp500 abbiamo i due livelli rispettivamente dinamico a 4200 e statico a 4260.





La volatilità sulle opzioni del sp500 nelle ultime settimane ha avuto un drastico calo è passata dal valore di 30,90 ad un valore di 16,70.
 Questa forte discesa dell'indice lo ha fatto riavvicinare ai minimi degli ultimi quattro mesi che possiamo rilevare tra i valori di 12,80 e 14,60



Nessun commento:

Posta un commento